BONUS RUBINETTI 2020, LE DETRAZIONI FISCALI VANNO AVANTI

In: Arredo Bagno Pubblicato:

I lettori del blog di Arredibagnoitaliano sono probabilmente a conoscenza dello stretto legame tra risparmiare sull'acquisto del prossimo set di sanitari o rubinetteria in generale e contribuire all'abbattimento del consumo idrico medio nelle nostre case. Per chi si trova nella situazione di provvedere ad una sostituzione di questo tipo, in questo post spiegheremo perché è importante risparmiare, cos'è e come richiedere il Bonus rubinetti 2020.

Lo scorso 22 marzo si è celebrata la Giornata Mondiale dell'Acqua e non sono mancati incontri sul tema con ampia profusione di dati e report su quanta acqua consumiamo ogni giorno, e in che modo la sprechiamo. Gli esperti hanno ancora una volta ricordato che l'Italia già intorno al 2040 si troverà a dover affrontare un alto livello di cosiddetto 'stress idrico', il rapporto tra consumo accertato di acqua e la reale disponibilità idrica del nostro Paese. La questione del risparmio idrico sembra ancora fare poca breccia tra gli Italiani, ma con un consumo domestico giornaliero di 220 litri pro capite che proviene dalle nostre case, l'allarme è già ben lanciato.

La riduzione del consumo di acqua degli ambienti in cui viviamo rappresenta un punto focale dell'intero impianto Ecobonus nazionale. In questo quadro, e con l'obbiettivo d'incentivare l'acquisto di nuovi sistemi in grado di risparmiare su un bene necessario ma sempre più scarso come l'acqua, è stato pensata una misura destinata a prodotti muniti di tecnologie per il risparmio idrico connotate da caratteristiche tecniche ben specifiche.

Bonus rubinetti 2020, in cosa consiste e quali categorie di prodotti vi rientrano

La proroga dell'Ecobonus per tutto l'anno in corso presuppone la conferma in toto dei comparti di agevolazioni fiscali che esso prevede. Tra questi, uno in particolare sovvenziona le spese sostenute per rubinetti e soffioni doccia prodotti con parametri tali da ottenere importanti diminuzioni di spreco idrico. Il tetto di detrazione protegge le spese anche per colonne doccia, cassette di scarico e sanitari e corrisponde al 65% della spesa sostenuta, rateizzabile in dieci quote annuali di ugual importo e da abbonare in dichiarazione dei redditi, oppure con lo sconto diretto in fattura attraverso la cessione del credito fiscale alla ditta che esegue i lavori, o al nostro idraulico di fiducia. Si tratta inoltre di una copertura finanziaria fino al 31 dicembre 2022 per un importo massimo di spesa di 3000 euro.

Quali caratteristiche devono avere i nuovi sanitari che andiamo a comprare? Per quanto riguarda la rubinetteria, i nuovi prodotti dovranno garantire una portata uguale o inferiore ai 6 litri al minuto; i soffioni doccia e le colonne doccia attrezzate, la portata dovrà essere uguale o inferiore ai 9 litri al minuto; per le cassette di scarico e i sanitari con volume medio di risciacquo, uguale o inferiore ai 4 litri/minuto. 

Come si vede, una serie di misure e agevolazioni per migliorare sensibilmente l'ecosostenibilità della nostra casa attraverso prodotti che la nostra azienda promuove e garantisce di riflesso ad una politica improntata al rispetto dell'ambiente e del consumatore.

Domenica Lunedi martedì mercoledì giovedi Venerdì Sabato gennaio febbraio marzo aprile Può giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre

Registra un nuovo Account

Hai già un account?
Entra invece Oppure Resetta la password